AuroraBoreale
Recensione Film: Aspirante vedovo

Recensione Film: Aspirante vedovo

aspirante vedovoFilm del 2013
Diretto da Massimo Venier
Genere: Commedia
Con:
Fabio De Luigi, Luciana Littizzetto, Alessandro Besentini

Trama : Andrea Nardi è sposato con l’imprenditritrice Susanna Almiraghi, una donna ricchissima e spietata. Il matrimonio è fallimentare poiché l’uomo è succube della ricchezza della moglie e subisce ogni tipo di angheria pur di mantenere il proprio status quo. Tutto cambia quando Susanna sembra essere morta in un incidente aereo e Andrea si ritrova tra le mani tutto il capitale della coniuge…

Commento: Come dichiarato nei titoli di coda il film è liberamente tratto dal film di Dino Risi (Il vedovo) interpretato all’epoca da Alberto Sordi e Franca Valeri.
Devo dire da subito che pur apprezzando la comicità di De Luigi e Littizzetto, il film è poca cosa. La storia è piuttosto banale, prevedibile e non fa mai ridere. Il finale – e intendo proprio l’ultima scena non quella che lo anticipa – non lo svelo, è inutile.
Tralasciando i paragoni col film del 1959 qui si poteva giocare molto di più con l’innescare qualche evento dopo la presunta dipartita della protagonista femminile per complicare un po’ la trama e far scaturire tutte le conseguenze del caso nel momento della “resurrezione”.
Invece tutto questo si riduce a 10 minuti, a mio avviso gli unici vagamente divertenti nella pellicola, per spegnersi in attesa di un qualcosa che non arriva mai.
Si salva su tutti Alessandro Besentini (noto come Ale di “Ale e Franz”) che ci regala una buona caratterizzazione con il personaggio di Stucchi.
Mah, tranquillamente da evitare.
Voto: 5 Si deve dare di più.

che dormita 5

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Leave us a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *