AuroraBoreale
Recensione Film: Com’è bello far l’amore

Recensione Film: Com’è bello far l’amore

Film del 2012

Diretto da Fausto Brizzi

Con:  Fabio De Luigi: Andrea, Claudia Gerini: Giulia, Filippo Timi: Max, Giorgia Wurth: Vanessa

Genere: Commedia

Trama tratta da Wikipedia: Andrea e Giulia sono una solida coppia di quarantenni, con un figlio adorabile, una bella casa e una troppo tranquilla vita coniugale. Nella loro vita tutto cambia il giorno in cui in casa piomba Max Lamberti, un vecchio e caro amico di Giulia, che di professione fa il pornodivo. Max stravolge subito i ritmi sonnacchiosi della casa e Giulia lo nomina subito suo consigliere personale, nel tentativo disperato di rivitalizzare il suo matrimonio con Andrea. Quando Andrea scopre che Giulia ha raccontato tutto a Max della loro intimità, decisamente non la prende bene, ma Giulia lo fa ragionare: così non possono andare avanti. E Andrea, piano piano, si convince. In breve, Max diventa il “sessuologo” dei nostri protagonisti e li lancia in una girandola di situazioni improbabili, comiche e divertenti per cercare di rivitalizzare il loro erotismo sopito.

Commento: A parte il 3d che, per ora, non amo nemmeno in film in cui l’effetto di full immersion avrebbe senso e che qui è inspiegabile, il film è sufficientemente piacevole anche se, a mio parere, inverosimile. Mi piace Fabio de Luig e anche Filippo Timi rende nel ruolo. In sostanza un filmetto leggero senza infamia e senza lode, si sorride fugacemente e altrettanto rapidamente questa pellicola scivola verso l’oblio…insomma, niente di che.

Voto: 6 stiracchiato solo per la presenza di Fabione

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Leave us a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *