AuroraBoreale
Recensione Film: I love radio rock

Recensione Film: I love radio rock

 

Film del 2009
Diretto da Richard Curtis
Con

Philip Seymour Hoffman: “Il Conte”
Bill Nighy: Quentin
Rhys Ifans: Gavin
Nick Frost: Dave
Kenneth Branagh: Sir Alistair Dormandy

Genere: Commedia

Trama tratta da Wikipedia: Regno Unito, 1966. Nonostante il paese sia nel pieno della Swinging London, BBC Radio trasmette soltanto 45 minuti di musica leggera al giorno, deludendo le aspettative degli ascoltatori, soprattutto i più giovani, i quali sopperiscono a questa mancanza sintonizzandosi sulle tante radio pirata che trasmettono illegalmente musica pop e rock.
In questo contesto, l’adolescente Carl viene fatto imbarcare dalla madre Charlotte – apparentemente per punizione – su Radio Rock, una nave ancorata nel mare del Nord e trasformata in una stazione radio pirata, che trasmette musica pop e rock ventiquattro ore al giorno. La radio è gestita dal suo padrino Quentin, che lo introduce a bordo e lo presenta a tutti i deejay: lo statunitense detto “Il Conte”, l’allegro Simon, “Dottor” Dave, l’affascinante e misterioso “Midnight” Mark e il taciturno “Tessitore dell’alba” Bob.

Commento: Un bel film leggero e frizzante per rivivere gli anni della famosa Swinging London. Un bel film corale in cui la musica la fa da padrona. Bravi tutti e soprattutto Bill Nighy che, dopo “Love actually” si ritaglia un altro personaggio anticonformista davvero forte. Non male!

Voto: 7 Per lasciarsi andare con il rock!

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

    Leave us a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *