AuroraBoreale
Recensione Film: La mummia

Recensione Film: La mummia

Titolo originale: The mummy

Film del 2017
Diretto da Alex Kurtzman
Genere: avventura, azione, fantastico, orrore
Durata: 107 minuti
Con:

Tom Cruise: Nick Morton
Sofia Boutella: Ahmanet
Annabelle Wallis: Jenny Halsey
Russell Crowe: Dr. Henry Jekyll
Jake Johnson: caporale Vail

Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Nel 1127, alcuni cavalieri crociati seppelliscono un rubino egiziano all’interno della tomba di uno dei loro in Inghilterra. Ai giorni nostri, la tomba viene rinvenuta nei sotterranei di Londra da alcuni operai, e successivamente presa in custodia da una squadra guidata da un uomo misterioso.

In un flashback risalente al Nuovo Regno, la principessa Ahmanet è destinata a succedere il padre Menehptre come sovrana dell’Antico Egitto, finché una concubina non dà alla luce un figlio. Determinata a rivendicare il trono per sé, Ahmanet vende la sua anima a Seth, il dio della morte, per aiutarlo a trasferire il suo spirito in una forma corporea attraverso un pugnale cerimoniale e governare insieme sull’Egitto. Dopo aver ucciso suo padre e suo fratello, Ahmanet tenta di sacrificare il suo amante per usarlo come involucro per Seth, ma viene catturata dai sacerdoti del padre e mummificata viva per l’eternità. Il suo sarcofago viene sepolto in Mesopotamia e sommerso in una piscina di mercurio in modo che la sua forma mostruosa non possa sfuggire.

Nell’odierna Iraq, il sergente Nick Morton e il caporale Chris Vail scoprono accidentalmente la tomba di Ahmanet dopo aver stabilito un attacco aereo su una roccaforte di insorti. Jenny Halsey, un’archeologa che ha avuto un trascorso con Nick, arriva e indaga la tomba, comprendendo che è una prigione.

Commento: Tom Cruise o Ethan Hunt? Difficile dirlo. Il film è un mischione di orrore, fantasy, action-movie e avventura mettendo insieme il peggio di ogni genere. L’unica scena degna di nota a mio avviso è l’aereo che precipita poi è tutto una spiegazione “assurda” di antichi misteri, collegamenti storici molto fantasiosi, mostri, zombie e catastrophic movie. Manca l’ironia di uno Spielberg, la simpatia di un Harrison Ford che, scusami Tom “sei bravo ma proprio simpatico no” e un’idea di fondo valida. Russel Crowe è davvero fuori ruolo in questo film, non ci crede nemmeno lui e si vede. Insomma un puzzle scombinato che non diverte, non avvince e serve a prepararci ad altri inutili sequel e spin-off nel Dark Universe. Salvo solo Sofia Boutella. Ma, per il resto, si può tranquillamente evitare.

Voto: 5 A che pro?

TRAILER

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Leave us a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *