AuroraBoreale
Recensione Film: La ragazza che saltava nel tempo

Recensione Film: La ragazza che saltava nel tempo

la ragazza che saltava nel tempoFilm del 2006
Diretto da Mamoru Hosoda
Genere: Animazione / Fantastico
Trama parzialmente tratta da Wikipedia : Makoto Konno è una studentessa delle superiori; un giorno inciampa nel laboratorio di scienze e per sbaglio urta un congegno che, come sarà rivelato più tardi, consente di viaggiare nel tempo. Quando la fanciulla cade dalla propria bicicletta per essere travolta da un treno e inaspettatamente si salva, scopre che, se compie un salto abbastanza lungo, può tornare indietro nel tempo ad un momento a scelta della sua vita.

Makoto inizia quindi ad utilizzare questo potere per risolvere le piccole problematiche della sua vita o semplicemente per divertirsi. D’altra parte, come le fa notare la sua confidente, la zia restauratrice, scopre che ogni sua azione va ad influire sugli eventi quasi sempre in modo catastrofico e di conseguenza viene costretta ad usare ripetutamente il suo potere per porre rimedio ai problemi che lei stessa, pur non volendolo, ha causato.

Commento: Trattazione animata del viaggio nel tempo che sviscera il tema del paradosso nel salto nel passato (e nel caso è davvero un salto!) dal punto di vista di un’adolescente. Il problema è noto: ogni causa genera un effetto e quindi continuare a modificare la causa suscita il corrispettivo cambio d’effetto. Il film è realizzato in maniera molto suggestiva e ha senso anche nel finale poetico e di speranza. Davvero un bel film, non solo d’animazione.

Voto: 7.5 Non sempre tornare indietro nel tempo migliora le cose…

Ah però... 6.5 -7.5

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Leave us a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *