AuroraBoreale
Recensione Libri: “Il teschio sacro” di James Rollins

Recensione Libri: “Il teschio sacro” di James Rollins

Genere: Azione
Trama tratta da IBS: Utah, 18 maggio. Centinaia di cadaveri mummificati raccolti intorno a un teschio rivestito d’oro: a prima vista, sembra il macabro epilogo di un antico rituale suicida; ma, per l’antropologa Margaret Grantham, c’è qualcosa che non quadra. Anzitutto, sebbene risalgano al XII secolo, i resti trovati in quella caverna nel cuore delle Montagne Rocciose non sono riconducibili a nessuna popolazione indigena; inoltre l’arma usata è un pugnale forgiato in una particolarissima lega d’acciaio, impossibile da realizzare anche con le tecniche più all’avanguardia. Washington, 30 maggio. Painter Crowe, direttore della Sigma Force, è sconcertato: sua nipote Kai, un’attivista per i diritti dei nativi americani, è stata accusata di aver fatto esplodere la bomba che ha distrutto una grotta nello Utah, causando la morte della professoressa Grantham. Convinto che la ragazza sia innocente, Painter si lancia nelle indagini e, insieme con l’amico e collega Grayson Pierce, scopre che quella misteriosa necropoli e quell’enigmatico teschio sacro sono soltanto il primo tassello di un complotto che risale all’epoca coloniale e che rischia di minare le fondamenta stesse degli Stati Uniti. Perché la Dichiarazione d’Indipendenza e la storia della nascita della nazione americana forse sono soltanto una menzogna, una menzogna ideata per occultare una sconvolgente verità…

Commento: Rispetto agli altri romanzi di Rollins che ho letto, ho maggiormente apprezzato la parte storica. E’ bello imparare qualcosa di reale da un romanzo poiché tendenzialmente è il sistema meno noioso (chiaramente bisogna saper filtrare la realtà storica dalla finzione). Ripeto: libro divertente e interessante, temi nuovi, personaggi noti a cui ormai mi sono affezionato, un’ipotesi lasciata in sospeso su Yellowstone da far rabbrividire poiché pare vera… almeno l’autore così afferma.
L’unico difetto, se lo si può definire così, è che sai già che il protagonista in qualsiasi situazione se la caverà.

Voto: 7.5 Per gli appassionati del genere storico-avventuroso.

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

Leave us a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *