AuroraBoreale
Recensioni Libri: “L’assassinio di Pitagora” di Marcos Chicot

Recensioni Libri: “L’assassinio di Pitagora” di Marcos Chicot

lassassinio_di_pitagoraGenere : Romanzo storico
Autore:
Editore: Salani
Anno: 2014
Pagine: 719
Titolo originale: El asesinato de Pitàgoras

Trama tratta da IBS : 510 a.C. Un’ombra incombe sulla comunità pitagorica di Crotone. Mentre il filosofo, ormai anziano, sta cercando un successore in grado di dirigere con la sua stessa autorevolezza la scuola da lui fondata, una serie di omicidi efferati colpisce i collaboratori a lui più vicini. Ogni morte avviene in un modo sconcertante e imprevedibile, che sembra indicare una mente oscura e potentissima, in grado di superare quella del maestro stesso. Quale oscuro ed eversivo disegno porta avanti l’uomo che nasconde il suo volto e la sua identità dietro una maschera? Per venire a capo del mistero, Pitagora chiama dall’Egitto Akenon, un uomo dall’acume eccezionale, che inizia a indagare con discrezione all’interno della comunità, affiancato da Arianna, la bellissima e geniale figlia del filosofo, che nasconde nel suo passato un terribile segreto. Insieme Akenon e Arianna scopriranno una spaventosa verità, perché il male si nasconde nel luogo più impensato…

Commento: Bel romanzo con molti colpi di scena (vedi Akenon e il suo destino) e un finale “semi-aperto” al sequel… Il racconto è avvincente, i personaggi ben delineati (l’autore ne ha trattato singolarmente e psicoanalaticamente il comportamento in ogni situazione) e lo spunto affascinante (la matematica e la geometria di Piitagorica, e soprattutto del Π). Si imparano molte cose a riguardo di Pitagora che la scuola non spiega. La parte inventata è comunque verosimile e quella storica frutto di studio ed interpretazioni poichè di Pitagora si hanno solo stralci postumi e di suo non rimane nulla di scritto. Per chi è convinto che Pitagora è “solo” quello del Teorema omonimo e delle tabelline (la Tavola è sua) allora questo libro è un bel incentivo a scoprire la sua filosofia e le sue comunità che resero la Magna Grecia davvero sublime. Per quanto riguarda invece il lato thriller è tutto ben congegnato (ricorda a tratti “Il nome della rosa” a mio parere). Adesso mi attende il seguito e spero di non rimanerne deluso… In sostanza un libro scorrevole, piacevole ed anche istruttivo. Eureka!

Voto: 8 Per chi pensa che Pitagora fosse solo un noioso matematico.

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Email this to someonePrint this page

    Leave us a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *