AuroraBoreale

Film, Libri, Viaggi e Pinup

Mese: Marzo 2009

Cinema Commedia

Recensione Film : Giù al nord

Film francese (anzi Ch’tis ^__^) del 2008, vero caso nazionale in patria (secondo incasso assoluto dopo “Titanic”) è una piacevole commedia diretta (e co-interpretatata) da Dany Boon. Se la traduzione del titolo non c’entra nulla con l’originale “Bienvenue chez les Ch’tis”, il senso invece ce l’ha.
Questa pellicola è un racconto scorrevole contro i pregiudizi che spesso – come da noi in Italia – esistono tra abitanti del Nord e del Sud; solo che al contrario dell’italico suolo ove siamo noi settentrionali ad avere forti pregiudizi e luoghi comuni verso il mezzogiorno (di solito), dai cugini d’oltralpe è esattamente l’opposto. I meridionali di Francia, abitanti della Provenza aspirano all’estremo sud (la Costa Azzurra) e considerano il settentrione della Francia come un’appendice grezzo del Polo Nord.… - Continua a leggere

Avventura Azione Cinema Commedia Fantastico Supereroi

Recensione Film : Hancock

Film del 2008 diretto da Peter Berg con Will Smith, Charlize Theron e Jason Bateman che racconta di un super-eroe super-problematico.
Stan Lee negli anni ’60 aveva capito che il futuro degli eroi in calzamaglia, maschera e mantello doveva passare per i problemi esistenziali, la difficoltà di celare la propria doppia identità dietro una maschera che, spesso, era quella del vestito borghese nella vita reale invece che quella rappresentata dalla sgargiante tutina iperattillata.
Hancock è addirittura l’enfatizzazione di questi problemi ove il supereroe risolve i problemi senza mezzi termini (il fine giustifica i mezzi, appunto) e la “vita” normale è da disadattato ed emarginato sociale.… - Continua a leggere

Recensione Libri : “Il cacciatore di aquiloni” di Khaled Hosseini

In questo romanzo del 2003 (pubblicato in italia nel 2004) Khaled Hosseini ci conduce, attraverso la vita narrata in prima persona da Amir, nel paese natio, l’Afghanistan.

La storia ha un incipit bellissimo che funge da fulcro a tutto il romanzo partendo dalla figura di quest’uomo cresciuto fino all’adolescenza in Afghanistan e poi rifugiatosi negli Stati Uniti con un terribile segreto che alimenta costantemente la sua coscienza con il rimorso.
Veniamo riportati nel 1975 a Kabul, città d’origine di Amir e alla sua vita in comunione con l’amico/servo Hassan. Amir è infatti di etnia Pashtun e figlio di un ricco uomo d’affari (Baba) mentre Hassan, di etnia Hazara è il figlio del servo di Baba, Ali.… - Continua a leggere

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi