Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 27 Gen, 2008 in Animazione, Cinema | 0 commenti

Recensione Film : “Happy Feet”

Tag: | | | | | | | | |

Il film (http://italy.imdb.com/title/tt0366548/) ha vinto nel 2007 l’Oscar come “Best Animated Feature Film of the Year” ed è davvero strameritato questo premio. Gli ambienti, l’acqua e gli stessi animali raggiungono praticamente la perfezione fotorealistica, davvero eccezionale l’uso della Computer grafica in questa “pellicola”.

La storia è un musical ecologista ambientato tra i pinguini Imperatore del Polo Sud.
Memphis/Hugh Jackman – un pinguino canterino ispirato ad Elvis Presley – e Norma Jean/Nicole Kidman (ispirata a Marilyn Monroe) intonano da subito note famose nel loro canto d’amore poichè nel film l’espressione di questo sentimento per i pinguni Imperatore è il canto, che porta all’accoppiamento ed alla procreazione.
Dall’unione nasce Mambo (Mumble nell’edizione originale – Elijah Wood), un pinguino stonato che compensa il suo handicap vocale con un incredibile stile ballerino.
Purtroppo per lui il talento nella danza non è ben visto dal capo Noè/Hugo Weaving ai fini procreativi e quindi il nostro viene emarginato. Vagabondando tra i ghiacci incontra poi un’altra specie di pinguini più piccoli che s’ispirano alla cultura latino-americana e dove il ballo è invece tenuto in grande considerazione. Diventa amico di un gruppetto capitanato dall’esplosivo Ramon/Robin Williams.
Questa tribù adora un guru (Adone/Lovelace in inglese sempre doppiato da Robin Williams in stile Barry White) che vive con una collana mistica al collo – plastica impigliata durante una nuotata – che sa dell’esistenza degli “Alieni”.
Mambo per poter tornare a “casa”, poter cogliere l’amore dell’amata Gloria/Brittany Murphy ed il rispetto dei suoi simili si metterà alla ricerca dell’Uomo/Alieno in un viaggio estenuante che lo porterà fino negli States. 
Mambo avrà modo di riscattarsi anche nella sua comunità portando le prove dell’esistenza dell’uomo (visto come “Alieno”, ovviamente) e dei danni provocati all’ambiente e alla sopravvivenza dei pinguini per colpa della pesca indiscriminata.

Nell’edizione inglese numerosi attori hanno dato voce ai personaggi: Robin Williams, Elijah Wood, Hugh Jackman, Nicole Kidman, Brittany Murphy ed Hugo Weaving.

Il film venuto dopo “La marcia dei pinguini” raccoglie l’eredità del documentario mostrando fedelmente i riti d’accoppiamento e di cova, nonchè della dura vita tra i ghiaccii polari. Chiaramente è tutto condito da belle musiche, balli, canti ed humor dovuto alla caratterizzazione dei simpatici pinguini ma, il messaggio duplice del film è chiaro: 1) la diversità non è un abominio e serve all’evoluzione; 2) l’uomo deve rendersi conto di fare parte dell’equilibrio della natura se non vuole distruggere la terra e l’ecosistema.

Un bel film, a tratti un po’ noiosetto, forse perchè le canzoni in inglese perdono molto nel significato che hanno per la comprensione dei momenti nel film ma, in generale un’opera davvero degna di nota, tecnicamente ineccepibile e nel complesso divertente.

Voto : 7

Ciao, J

Tag: | | | | | | | | |

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] Happy Feet [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi