Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 22 Gen, 2008 in Azione, Cinema, Thriller | 0 commenti

Recensione Film : “Inside man”

Tag: | | | | | | |

Spike Lee ha diretto nel 2006 questo action-police movie http://italy.imdb.com/title/tt0454848/ interpretato da Clive Owen (Dalton), Denzel Washington (Frazier), Jodie Foster (Madeleine White), Christopher Plummer (Case) e Willem Dafoe (il capitano Darius).

Il film parte con un piano americano che stringe fino a divenire un primo piano di Clive Owen. Ci sta raccontando di una rapina e sembra farlo dall’interno di una cella anche se le sue parole possono significare tutt’altro: “Se sei in prigione non è detto che sei in una cella di una prigione” che io interpreto come “la libertà non è automatica anche se non sei rinchiuso”.

A questo punto vediamo “la rapina”. Rufus e i suoi complici entrano travestiti da imbianchini in una banca di Manhattan, la chiudono e prendono in ostaggio tutti i presenti.
La polizia s’accorge in fretta della cosa e circonda l’edificio. Arriva Denzel Washington (il negoziatore) per tentare di risolvere la situazione. Ma dietro all’aspetto superficiale (i soldi) si nasconde anche altro, qualcosa che coinvolge alte sfere pubbliche… vengono coinvolti direttamente il proprietario della banca (Christopher Plummer) e una cinica e misteriosa “pulitrice” con conoscenze dappertutto, interpretata da Jodie Foster. Non dico altro per non rovinare le sorprese…promesse in parte disilluse.

Il film mi ha lasciato perplesso (è il secondo con Denzel Washington in pochi giorni).
Tutta la prima parte regge bene poichè ci si chiede cosa succederà , quali sono i reconditi motivi della banda, come faranno a scappare.
Poi entra in gioco una sorta di flash-forward in cui vediamo l’interrogatorio degli ostaggi e non ne capisco il motivo, visto che non aggiunge nulla alla storia (se non dirci da subito una cosa e quindi toglie anche questo dubbio – non lo dico, don’t worry!).
La seconda parte del film mi sembra poco plausibile e anche tutto il mistero legato al proprietario della banca davvero esiguo e mal risolto (ci viene rivelato in due tempi come se la seconda parte dovesse essere chissà cosa rispetto alla prima ma… così non mi sembra, direi).

In sostanza come spesso mi capita di scrivere ultimamente : un’occasione sprecata.
Mi è piaciuto molto Clive Owen: freddo al punto giusto. DW invece un po’ troppo “gigione”.

Voto: 6 (Irrisolto)

Ciao, J

Tag: | | | | | | |

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] Inside Man [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi