Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 31 Ago, 2008 in Avventura, Cinema, Storico | 1 commento

Recensione Film : “L’ultima Legione”

Tag: | | | | | | |

Questa è una delle poche volte in cui riesco a vedere un film tratto da un romanzo appena terminato il libro.

Per quanto riguarda la trama della pellicola (variata in alcuni aspetti che poi elenco) vi rimando alla mia recensione del libro qui : Recensione Libro “L’Ultima Legione” .

Il film (Imdb Link) è stato diretto nel 2007 da  Doug Lefler, regista di molti episodi di Hercules, Xena e di “Dragonheart”. Nel ruolo del soldato romano Aurelio troviamo Colin Firth, Ambrosinius è Ben Kingsley, il piccolo Romolo è Thomas Sangster (visto in “Love actually”) mentre sparisce il personaggio di Livia Prisca qui sostituito da Mira, una guerriera dell’India molto cool e quasi ninja interpretata dalla più bella e famosa attrice indiana del momento : Aishwarya Rai. Riappare (per me, intendo) in una piccola parte Alexander Siddig, il Dottor Bashir di Star Trek Deep Space Nine. Il personaggio di Wulfila è ridicolo mentre nel libro faceva paura sul serio. Idem per il Re dalal Maschera d’Oro…banale.

Il film pur partendo in epoca molto simile a quella narrata nel romanzo (18 anni prima) sposta l’azione iniziale a Roma invece che a Ravenna e trasforma gli eruli in goti. Cambia il motivo per cui Ambrosinius era giunto dalla Britannia in Italia e alcuni avvenimenti (Aquileia, il dramma interiore di Aurelio) vengono palesemente glissati per snellire il racconto e (forse) renderlo più movimentato.
Personalmente avrei gradito maggiore fedeltà al romanzo di Manfredi allungando la durata di almeno un’ora, non è raro infatti trovare film del genere molto più lunghi.

In sostanza è un buon film adatto a chi non ha letto il libro, a mio avviso, poichè anche in questo, come in altri molti casi, la versione stampata è di molto superiore al risultato su schermo. Per quanto riguarda il genere “storico” sicuramente lo colloco molto al di sotto di film come “Il gladiatore” che emoziona in molti punti della storia, mentre qui c’è poco da ricordare, alla fine. Peccato.

Voto: 6
Ciao, J

Tag: | | | | | | |

1 Commento

  1. E’ un scarso tentativo di imitare i colossal di un tempo. Mancano molti elementi dal libro di Manfredi che oltre a rendere il libro più entusiasmante riescono a comprendere meglio le vicende dei protagonisti. Alcuni passaggi del film risultano snaturati sia rispetto al libro che al contesto storico. Nel 460 DC la Roma imperiale non esisteva più!!!!

    Ciao
    Federico

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] L’Ultima legione [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi