Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 21 Apr, 2008 in Cinema, Drammatico, Thriller | 2 commenti

Recensione Film: “The Black Dahlia”

Tag: | | | | | | | | | | |

Brian De Palma ha diretto nel 2006 questo thriller (http://italy.imdb.com/title/tt0387877/) tratto dall’omonimo romanzo di James Ellroy a sua volta tratto da una storia vera.

La storia è ambientata nell’immediato dopoguerra (1947) e narra un’intricata vicenda che coinvolge polizia, gente di Hollywood, attricette e malavita organizzata.
Bucky “Ice” Bleichert (Josh Hartnett) e Lee “Fire” Blanchard (Aaron Eckhart) sono due poliziotti ex-pugili che si ritrovano a formare in amicizia un duo integerrimo, alla ricerca di criminali di ogni sorta. Sono molto popolari per via del passato sul ring e questo gioca alla centrale di polizia e negli ambienti politici per sfruttarne l’immagine. Sono all’inseguimento di un brutale assassino ma ad un certo punto, dopo una sparatoria, i due vengono spostati alla omicidi dove vengono coinvolti nell’indagine sulla morte terrificante di una ragazza – Elizabeth Short – Dalia Nera (Mia Kirshner) coinvolta nel giro dei filmini pornografici e del mondo lesbo. Per complicare ulteriormente la trama s’inserisce una storia del passato misterioso di Lee che include la sua ragazza Kay Lake (Scarlett Johansson), un balordo detenuto in via di uscita dal carcere ed una misteriosa quanto affascinante dark lady – Madeleine Linscott (Hilary Swank) insieme con la sua stravagante famiglia.

Il film segue l’indagine con la crescente tensione tra i due poliziotti (un velato triangolo con Kay, il disgusto di Lee per la violenza, strani atteggiamenti legati al prossimo rilascio di questo fantomatico Bob DeWitt), e il lento ricomponimento di un notevole numero di pezzi da puzzle da parte di Buckley per riuscire a trovare il bandolo della matassa che sembra includere tutti i personaggi del film (anche quelli che non rientrano subito nel nostro modo di osservare).

Non ho letto questo romanzo di Ellroy (ricordo vagamente “I miei luoghi oscuri”) ma ritengo che De Palma abbia svolto un ottimo lavoro di ricostruzione dell’epoca e soprattutto grazie a certe soluzioni visive davvero efficaci vi abbia aggiunto fascino e mistero.
Il film non è propriamente semplice da seguire poichè vi sono molti personaggi, molti incroci e molti suggerimenti (visuali, bisbigliati) che solo alla fine possono dare il quadro d’insieme.

Forse l’unico difetto del film è quello di non tendere verso un solo scopo e genere cercando di strizzare l’occhio ad attori sulla cresta dell’onda (la Johansson su tutti) e di tentare un approccio alla Lost (molti particolari che sembrano confusi e casuali ma che hanno il loro perchè), cosa che può sconcertare e mettere a dura prova l’impazienza di come quelli come me che amano il mistero ma a volte si distraggono (^__^) se ci sono troppe lungaggini.

Comunque in generale è una pellicola ben fatta, gli ottimi attori reggono bene l’opera, De Palma è sempre in gamba e l’atto si chiude in modo coerente. Josh Hartnett sta crescendo bene. Scarlett Johansson e Hilary Swank sono delle certezze e il semi-noto Aaron Eckhart una piacevole sorpresa. Aiuta parecchio (immagino) il libro d’origine soprattutto dal punto di vista della trama che è ben congegnata.

Voto: 7
Ciao, J
 

Tag: | | | | | | | | | | |

2 Commenti

  1. A me ricorda molto L.A. Confidential, anch’esso tratto da un romanzo di Ellroy, e quasi con lo stesso livello di difficoltà nella visione. Dovevo vederlo assolutamente, per l’autore e per il regista, un’accoppiata eccezionale.

  2. L.A. Confidential giusto.. come ho fatto a dimenticarmene? ^__^ E si che mi era piaciuto parecchio!
    Appena ho tempo lo rivedo con piacere
    (Ecco perchè il nome “Lake” mi rammentava qualcosa) :))
    Ciao, grazie
    J

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] The Black Dahlia [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi