Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 17 Set, 2007 in Cinema | 0 commenti

Recensioni film : “Cambia la tua vita con un click” e “Giù per il tubo”

Tag: | | |

[Cambia la tua vita con un click] (Click, 2006 http://italy.imdb.com/title/tt0389860/)

La storia non è nuova. Assomiglia (con molte varianti) alla struttura del “Canto di Natale” di Dickens, alla “Vita è meravigliosa” di Frank Capra o a “Family guy” interpretato da Nicholas Cage.
In sostanza lo spunto è quello del “cosa succederebbe se la tua vita fosse completamente diversa da quella attuale”…
Se Dickens propone gli spiriti del Natale per far divenire buono Scrooge, qui la scelta è più tecnologica: Adam Sandler (Michael Newman) è un architetto con famiglia a carico sempre in attesa di una promozione improbabile ed oberato sul lavoro da un capo “idiota (David Hasselhoff) che si trova a fare i conti con una vita complicata dall’elettronica.
In casa i figli sono gli unici a capire quale telecomando accenda la tv, quale apra il garage e quale faccia partire la ventola sul soffitto. Michael in un impeto di rabbia e stress decide di comprarsi un telecomando universale, e qui sulla sua strada incontra Morty (il bravo Christopher Walken), il quale gli regala un apparecchio “speciale” in grado di permettere al nostro di vedere il proprio passato e accelerare nel futuro con un forward che eviti le rotture di scatole quotidiane. Purtroppo il telecomando “impara” dal comportamento di Michael ed, in semi-automatico, inizia ad avanzare in avanti fin troppo nel futuro con conseguenze inimmaginabili per il protagonista.Il film è abbastanza divertente quando gioca sugli equivoci e nelle situazioni in cui si trova il protagonista, soprattutto quando è spiazzato in un futuro che non conosce per aver perso i momenti intermedi ma, è un po’ “strascicato” verso la fine.Adam Sandler è sempre (a chi piace questo tipo di comicità piuttosto greve) a suo agio e divertente. Nel cast ci sono tra l’altro anche Kate Beckinsale, Henry Winkler (il noto Fonzie di nuovo al lavoro con Adam Sandler dopo “Waterboy”) e Sean Astin (il Sam del Signore degli Anelli anch’egli già visto con Sandler in “50 volte il primo bacio”).Il film non è eccezionale ma si fa guardare anche se, personalmente, lo trovo un po’ troppo virato verso il melenso, mentre l’avrei preferito più surreale e comico di quello che è.
Voto : 6

[Giù per il tubo] (Flushed Away, 2006 http://italy.imdb.com/title/tt0424095/)

Film di animazione Dreamworks  dai creatori di Wallace e Gromit (e Shrek). Il film è ben fatto e divertente con molte piccole trovate, citazioni e battute. La storia è imperniata su Roddy e Rita, due topolini che s’incontrano nel sottosuolo di Londra in un’avventura contro un malefico rospo.Il film mi è piaciuto ma, a mio avviso, è debole proprio nel rendere la simpatia dei personaggi che non sono molto “attraenti”. Voglio dire che manca quel “quid” che hanno i personaggi dell’Era Glaciale”, “Gli incredibili” o “Shrek” che li rende irresistibili. Peccato perché la qualità e la storia non sono male e dei personaggi un po’ più curati avrebbero dato l’eccellenza al film che invece rimane discreto (ammetto che il giudizio è subordinato al mio gusto estetico personale).
Voto:6.5-7. Divertente.
Ciao, J

Tag: | | |

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] Cambia la tua vita con un click [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi