Pages Menu
RssFacebook
Menu

Pubblicato il 21 Giu, 2007 in Cinema | 0 commenti

Recensione Film: The Queen, Transamerica, Notte prima degli esami

Tag: | | | | | |

[The Queen]

No, non sto scrivendo del mitico gruppo di Freddie Mercury e Brian May…
Il titolo in questione è film di Stephen Frears (Alta fedeltà, Eroe per caso, My beautiful Laundrette, Le relazioni pericolose) che ha portato l’Oscar all’attrice protagonista Helen Mirren (la regina Elisabetta II). Nel cast anche il bravo James Cromwell nei panni del marito Filippo.
La storia parla della Regina (e di Tony Blair) nei giorni seguenti alla morte della Principessa Diana. Mentre il popolo britannico piange la “Principessa del Popolo”, la monarchia inglese deve fare i conti con i tempi che cambiano: la popolazione è fedele alla regina e a ciò che rappresenta ma solo alla condizione che dimostri rispetto, dolore e stima per la defunta Lady D ed il lutto nazionale. Tony Blair soccorre la regina che non ha colto questa esigenza popolare in tempo per farla riappacificare con i propri sudditi.

Un film interessante e scorrevole, buoni attori anche se l’Oscar è forse un po’ esagerato per questa interpretazione, a mio avviso.

Voto: 6.5

[Transamerica]

La “desperate housewife” Felicity Hauffman (Lynette Scavo in DH) si fa produrre dal marito (nonchè ottimo caratterista) William H. Macy in questo film che narra il viaggio (personale, on the road e fisico) di un uomo nato spiritualmente donna. Stanley vuol diventare Bree e per farlo si sottopone a cure ormonali andando incontro ad un intervento chirurgico necessario a farla divenire donna al 100% (procreazione a parte, of course).

In questo comunque ha già pensato il destino: Stanley/Bree scopre di avere un figlio  dall’ex-moglie deceduta e decide di conoscere l’erede prima di operarsi. Ovviamente il figlio non sa che Bree è ancora un uomo e soprattutto che sia suo padre. Da qui un viaggio verso Los Angeles (luogo dell’intervento) attraverso le difficoltà di accettarsi, di farsi accettare – dal figlio, dai genitori, da tutti – e di tentare una vita normale.
Un bel film con un’attrice che finge di essere un uomo che vuol diventare donna…(!)
Felicity Hauffman è davvero molto brava e credibile, la storia è abbastanza semplice ma non banale. Ha un finale un po’ strano 🙂

Voto: 6.5/7

[Notte prima degli esami]

Roma 1989: 4 amici (e relativi amori) finiscono la scuola preparandosi alla maturità.
Sullo sfondo musiche dei Duran Duran, Europe, Queen, Venditti (anche se non tutte sono proprio del 1989…). Luca parte subito col piede sbagliato andando a sbandierare il proprio disprezzo per il prof di Italiano (Giorgio Faletti/Martinelli “Canaglia”): senza mezzi termini lo definisce un uomo di m. ma purtroppo, avrebbe fatto meglio a tenersi i commenti a dopo gli esami finali..
Il nostro comunque ha tempo d’innamorarsi di Claudia, di divertirsi con gli amici e in parte di divenire confidente/amico proprio del prof. d’italiano.
Un film divertente e (per chi come me ha fatto la maturità in quegli anni) anche nostalgico.
Ottimo davvero Faletti che aggiunge altri talenti oltre a quello di cabarettista, cantautore e scrittore di romanzi.
Finalmente un bel film italiano!
Voto: 7.5

Tag: | | | | | |

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] Notte prima degli esami [...]
  2. RECENSIONI FILM | Aurora Boreale - [...] Notte prima degli esami [...]

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto" maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza cliccare su "Accetta" non permetti il loro utilizzo. In questo momento i cookies sono disabilitati. Per la Privacy Policy vedi qui - Qui: Cookie Policy - Per attivare i cookies clicca sul pulsante "Accetto"

Chiudi